La b˛na novela (NovÚ de N˛stra Dama dei D˛ms)

 

La b˛na novela
que nos venguet d˛u ceu
D'una qu'es pieucella,
Ansin creire se deu
Es istada facha maire
d'un tan bel enfan
San Jusep, son calinhaire
Dieu l'amava tan

Dins un paure estable
entr'un ase e'n bieu
L˛c ben miserable
Ela a fa lo beu fieu
Rejoissetz vos, donc, filhas
Anem vers l'enfan
Anetz-li, tropa gentilha
Aqui rirem tan

Ď maire pieucella
pregatz ben v˛stre fieu
che totas querelas
apaise lo b˛n Dieu
Nos, per tota recompensa
Direm a l'enfan
"NovÚ, NovÚ" de plasenša
"NovÚ" trionfant




La buona novella ci venne dal cielo
Di una vergine, cosý si deve credere:
e' stata fatta madre di un bellissimo bambino
San Giuseppe, suo spasimante, Dio l'amava tanto

In una povera stalla tra un asino e un bue,
luogo miserevole, lei ha partorito il bel bimbo
Gioite, ragazze, andiamo verso il Bambino
Andate, truppa amabile, laggi¨ rideremo molto

Vergine madre, pregate bene vostro figlio
Che il buon Dio metta fine a tutte le liti
Noi, per ringraziamento, diremo al bimbo
"Natale, Natale", di compiacimento,
"Natale" trionfante

 

Lista d'i chanšons