Anueit, nsti vesins (Annim, comenci dal XIX segle)
Anueit nsti vesin eron toti en festa
em si tamborins me fasien mau de testa
Corrien per campanha em gran plesir
ieu avieu la lanha, podieu pas dormir

D'entendre aqueu gran brut ieu sabieu plus che faire
cresieu d'estre perdut, revilhere ma maire
Come podetz creire me sieu abilhat
e sieu anat veire qu'era arribat

En fasent mon camin, rescontrere Justina
ieu ie diguere ansin: "Digatz-me, ma vesina:
me porriatz pas dire qu'es arribat?"
S'ei botada a rire e me l'a contat

M'a dich qu'un beu garon a pres nsta natura
Per pagar la ranon de totas creaturas
Tre que l'entendere aguere gran gau
e i correguere come 'n perdigau

En arribant au lic ont'era l'Acochada
ie faguere bn fic: era tota jalada
e puei despleguere un beu pedas blanc
e ieu ajudere a mudar l'enfant

Tre que fuguet mudat prenguere mi clinquetas
me botere a cantar la tan-lura-lureta
Cantere e dancere per lo rejoir
Mai m'enraumassere, fau ren che tussir.

Ara n'ai pas lesir de vos contar lo resta
mai se voletz venir deman que sar festa
Veirem l'acochada e l'enfant au bre
Tocarem l'aubada, direm de Nov
Stanotte i nostri vicini erano tutti in festa, coi loro tamburini mi spaccavano la testa
Correvano per la campagna con gran piacere; io avevo il nervoso, non potevo dormire

A forza di sentire questo gran baccano non sapevo pi cosa fare. Mi credevo perduto, svegliai mia madre.
Come potete credere, mi sono vestito e sono andato a vedere cos'era successo

Sul mio cammino incontrai Giustina, le dissi cos: "Ditemi, mia vicina,
non potreste raccontarmi cos' successo?" Lei s' messa a ridere e me l'ha raccontato

Mi ha detto che un bel bambino ha preso la nostra natura per riscattare ogni creatura.
Appena ebbi sentito tutto ci provai una gran gioia e corsi laggi come un perniciotto

Arrivando al luogo dove c'era la puerpera feci l un bel fuoco: era tutta gelata.
Poi dispiegai un bel pannolino bianco e aiutai a cambiare il bambino

Appena fu cambiato presi le mie nacchere e mi misi a cantare tan-luro-lureto;
cantai e danzai per rallegrarlo, ma mi raffreddai e ora non faccio altro che tossire.

Adesso non ho tempo per raccontarvi il resto, ma se volete venire, domani che sar festa,
vedremo la partoriente e il bambino nella culla, suoneremo l'albata e diremo dei Nov.
Lista d'i chançons